Siviglia: 15 posti da vedere assolutamente

Siviglia cosa vedere assolutamente

Visitare Siviglia è una esperienza da vivere assolutamente al meno una volta nella vita. Una città che rappresenta la vera essenza dell’Andalusia ma anche di tutta la Spagna.

Un patrimonio inmenso che regala una esperienza unica a chi la visita. Monumenti mozzafiato, piazze meravigliose, palazzi che raccontano la istoria della città, ma sopratutto un’atmosfera piena di luce, profumi e persone che emanano simpatia.

In questo articolo ti raccontiamo i 15 luoghi che devi assolutamente visitare durante i tuoi giorni a Siviglia. Secondo noi servirebbero almeno 3 giorni per conoscerli con tranquillità e goderseli al massimo.

Nella descrizione di ogni posto troverai l’orario in cui potrai visitarlo e il prezzo, nel caso ci sia da pagare un biglietto.

Nel caso tu stia solo un giorno nel capoluogo andaluso, ti consigliamo di consultare il nostro articolo Cosa vedere a Siviglia in un giorno.

 

La Cattedrale e la Giralda

Av. de la Constitución s/n

La Cattedrale gotica cristiana più grande al mondo!

Cortili degli Aranci Cattedrale di Siviglia
  • Prezzo:
    • Normale: 9€
    • Pensionati e studiente fino 25 anni: 4€
    • Minori fino 15 anni e dicapati: Gratis          
  • Orario:
    • Lunedi dalle 11:00 alle 15:30  
    • Martedi a Sabato dalle 11:00 alle 17:00
    • Domenica dalle 14:30 alle 18:00.
  • Visita guidata in Italiano: puoi prenotarla qui.

“Facciamo una chiesa così bella e grandiosa, che chi la veda scolpita pensi che siamo dei pazzi”.

Così, nel 1401, i canonici di Siviglia accettarono di costruire la Cattedrale sul terreno in cui si trovava la Mezquita Mayor.

Imponente e maestosa, la Cattedrale di Siviglia ha numeri impressionanti: 25000 mq, 25 cappelle, 157 colonne.

Riguardo la antica Mezquita, non si può non parlare della Giralda ovvero il campanile della cattedrale che a quei tempi era il minareto.

Molto importanti sono La Puerta del Perdón(antica entrata alla Mezquita) e il Patio de los Naranjos.

Patrimonio dell’Umanità dalla Unesco, porta al suo interno i resti di un personaggio storico molto noto: ovvero Cristoforo Colombo.

 

Reales Alcázares

Patio de Banderas, s/n.

I Reales Alcazares è il palazzo reale (ancora in uso) più antico d’Europa.

  • Prezzo:
    • Piano Terra: 
      • Normale 9,50 €
      • Studenti e pensionati tra i 17 e 25 anni: 2 €
    • Cuarto Real : 4,50 €
    • Dicapati, minori di 16 anni: Gratis
    • * Gratis il lunedì:
      • Ottobre-Marzo: 16:00-17:00
      • Aprile-Settembre: 18.00-19.00
  • Orario:
    • Lunedì dalle 11:00 alle 15:30.  
    • Martedì a Sabato dalle 11:00 alle 17:00.
    • Domenica dalle 14:30 alle 18:00.
  • Visita guidata in italiano: puoi prenotarla qui.

Composto di palazzi bellissimi, patios e giardini, la visita a la Reales Alcazares vi farà ripercorrere la storia attraverso una moltitudine di stili artistici, che per qualche ora, vi faranno sentire come veri e propri Re.

Altre informazioni:

  • Il palazzo originale è stato costruito durante l’Alto Medioevo.
  • Conserva dettagli dell’arte islamicamudéjar*goticarinascimentalemanierista e barocca.
  • È la residenza della Familia Real Española quando visitano Siviglia.
  • Dichiarato “Patrimonio de la Humanidad” per la Unesco.

*Mudéjar è la denominazione usata in Spagna per i maomettani rimasti fedeli alla loro religione nei territori riconquistati dai cristiani e che anche nelle loro opere conservarono le tradizioni e le tecniche dell’epoca islamica accontentandosi di introdurre certi particolari imposti dai committenti cristiani.

 

Archivo General de Indias

Av. de la Constitución, s/n

Sarebbe necessario vivere 100 anni per leggere tutti i documenti conservati nell’Archivo de Indias di Siviglia. 

  • Prezzo: visita libera e gratuita.
  • Orario:
    • Lunedì a Sabato dalle 9:30 alle 17:00
    • Domenica e festivi dalle 10:00 alle 14:00  
    • 1 e 6 gennaio, giovedì e venerdì Santo 24, 25, 31 dicembre: Chiuso

Se tutti i documenti venissero messi in fila, occuperebbero 9 km. Ne sono infatti conservati circa 43000, con 80 milioni di pagine e 8000 mappe e disegni.

L’edificio si iniziò a costruire nel 1583. In un primo momento fu la Lonja de Mercaderes, il luogo di incontro dei mercanti sevillani, i quali realizzavano i loro commerci nella Catedral, anche se veniva visto come una mancanza di rispetto. In seguito nel 1660 si fondò la prima Academia de Bellas Artesdi Siviglia.

Alla fine del secolo XVIII, si convertì nell’Archivo General de Indias, per desiderio del Re Carlos III.  Il suo obiettivo era raccogliere in un solo luogo tutta la documentazione amministrativa delle colonie spagnole in America.

Al suo interno, oltre alle interminabili gallerie dove sono ordinatamente raccolti i libri, si può godere di un bellissimo patio, scale sontuose e soffitti stucchevoli. L’ Archivo de Indias è stato dichiarato Patrimonio de la Humanidad por la Unesco.

 

Plaza de España

Avenida de Isabel la Católica

Plaza de España, una delle grandi meraviglie di Siviglia.

  • Prezzo: visita libera e gratuita.
  • Orario: aperta tutti i giorni dalle 8:00 alle 23:00.

Attualmente, Plaza de España è uno dei luoghi più visitati della città. Si costruì come edificio principale della Exposición Iberoamericanadel 1929.

Alla sua costruzione lavorarono migliaia di persone e il risultato fu una piazza di 170 metri di diametro, su una superficie totale di 50.000 metri quadrati.

Le due torri della piazza sono alte 74 metri e furono motivo di discussione tra le personalità dell’epoca per tentare di superare in altezza la Giralda.

È orientata verso il fiume Guadalquivir, che era il percorso che si doveva seguire per arrivare in America. La sua forma semiellittica simboleggia l’abbraccio delle Spagna ai suoi antichi territori del nuovo continente.

Le sue panchine sono decorate con composizioni di piastrelle che rappresentano tutte le province spagnole e il canale è attraversato da 4 ponti che rappresentano i 4 antichi regni spagnoli (León, Castilla, Aragón y Navarra).

Nel 1928, el Re Alfonso XIII contemplando la Plaza de Españaaffermò:

“Señores, yo sabía que esto era bonito, pero no tanto”.

“Signori, io sapevo che questo fosse bello, però non così tanto”.

 

Parque de María Luisa

Paseo de las Delicias, s/n

Il parque de María Luisa, è il parco più famoso di tutta Siviglia.

  • Prezzo: visita libera e gratuita.
  • Orario: Lunedi a domenica 9:30-22:00

Rappresenta uno degli spazi verdi più piacevoli della città. È formato da una gran varietà di giardini, stagni, fontane, monumenti e padiglioni di rara bellezza.

La Plaza de España fa parte del parco e ne costituisce la principale attrazione. Troviamo inoltre Plaza de Américacon il Museo de Artes y Costumbres Populares e il Museo Arqueológico.

Tra le tante cose belle del parco spiccano:

  • La fuente de las ranas, la più antica e conosciuta del parco.
  • Nella Isleta de los pájaros, convivono diversi volatili, trai quali pavoni, cigni e papere.
  • La glorieta de Becquer fu dedicata proprio a quest’ultimo (poeta sevillano) ed è stata dichiarata bene di interesse culturale.
 

Museo de Artes y Costumbres Populares

Plaza de América, 3 – Parque de María Luisa

Museo de Artes y Costumbres Populares, è come fare un viaggio nel tempo.

Prezzo: visita libera e gratuita

  • Orario:
    • Martedì a Sabato dalle 9:00 alle 20:30.
    • Domenica e Festivi dalle 9:00 alle 15:30Orario:
    • Lunedi Chiuso  
  • Orario estivo (16 giugno / 15 settembre)
    • Martedì a Domenica 9:00-15:30
    • Lunedi Chiuso

Situato nel meraviglioso incanto del Parque de María Luisa, ci farà scoprire le abitudini e i modi di vivere proprie della cultura andalusa.

Sono esposte ceramiche, dipinti, indumenti e manufatti d’Andalusia. Troveremo anche la splendida collezione di cartelli originali de Las Fiestas de la Primaverade Siviglia.

È presente un’antica collezione di placche di vetro che rappresentano città e dettagli della vita andalusa dei primi anni del secolo XX. Inoltre vi sono due collezioni di giochi e una di più di 7000 cartoline.

Il pianterreno del Museo è dedicato a mostre temporanee.

 

Torre del Oro

Paseo de Cristóbal Colón, s/n

La Torre del Oro, uno dei simboli della città a ridosso del Guadalquivir.

  • Prezzo:
    • Normale: 3 €
    • Studenti, minori 6/14 anni, pensionati +65 anni: 1,50 €
    • Dicapati e minori di 6 anni: Gratis
    • Lunedì: Gratis
  • Orario:
    • Lunedì a Venerdì dalle 9:30 alle 18:45.
    • Sabato e Domenica 10:30 alle 18:45.
    • Festivi Chiuso

Situata sul lato sinistro del fiume, la Torre del Oro è uno dei monumenti-simbolo di Siviglia. Il significato del suo nome è stato oggetto di diverse versioni, ciò nonostante si pensa faccia riferimento alla luce dorata che si riflette sul Guadalquivir.

Fu dichiarata monumento storico-artistico nel 1931 e attualmente ospita il Museo Naval de Sevilla.

La visita alla Torre del Oro possiamo definirla obbligatoria e già guardandola da fuori si può osservarne lo splendore. Entrando all’interno, sarà possibile dalla terrazza, avere una vista privilegiata del Guadalquivir, di Triana e del centro storico.

 

Plaza de Toros – Real Maestranza di Siviglia

Paseo de Cristóbal Colón, 12.

La Plaza de Toros, il terzo monumento più visitato della città.

  • Prezzo:
    • Normale 8 €€
    • Studenti, pensionati e maggiori di 65 anni 5 €€
    • Minori di 7 a 11 anni 3 €€
    • Minori di 0 a 6 anni Gratis
  • Orario:
    • Novembre a Marzo dalle 9:30 alle 19:00
    • Aprile a Ottobre dalle 9:30 alle 21:00
    • 25 dicembre: chiuso
    • Venerdì Santo e giorni di corrida alle 9:30 alle 15:00.

Riconosciuta di interesse culturale, è uno dei templi della storia della fiesta española. La sua costruzione iniziò nel 1760 e per alcune difficoltà si protrasse per 120 anni, concludendosi nel 1881.

Potendo visitarla, oltre a percorrere los tendidos (zone dove si siede il pubblico durante la corrida) si potranno visitare le sale espositive.

Dipinti, oli su tela, stampe (alcune realizzate da Francisco de Goya) di gran valore artisticorappresentanti scene del mondo taurino. Oltre ovviamente ai caratteristici costumi e mantelli dei più grandi toreri.

 

Palacio de San Telmo

Avenida Roma, s/n

La sede della presidenza del governo andaluso.

  • Prezzo: visita gratuita con prenotazione: giovedì, sabato e domenica.
    • Per prenotare è necessario registrarsi al seguente link: “San Telmo Abierto”
    • Dopo la registrazione bisogna stampare la prenotazione e portarla con sé il giorno della visita.
  • Orario: secondo disponibilità al prenotare la visita.

La sua costruzione iniziò nel secolo XVII e fu oggetto di numerosi restauri. Si tratta di uno degli edifici più belli di Siviglia e negli anni è stato utilizzato per diverse funzioni. In principio fu Escuela de Navegantes, mentre attualmente è la sede della presidenza del governo andaluso.

Il suo nome si deve a San Telmo, patrono dei Navigantes (navigatori), che si trova rappresentato nella facciata principale.

Il palazzo disponeva di una banchina per accedere direttamente al Guadalquivir e di giardini che in seguito diventeranno il Parque de María Luisa.

 

Real Fábrica de Tabacos di Siviglia

Calle San Fernando, 4

L’Università di Siviglia che una volta era la Fabbrica Reale di Tabacco. 

  • Prezzo: visita libera e gratuita.
  • Orario:
    • Lunedì a venerdì dalle 8:00 alle 20:30
    • Domenica e Festivi dalle 10:00 alle 14:00
    • 25 dicembre: chiuso.

A partire del secolo XV cominciò ad arrivare a Siviglia il tabacco proveniente dalle colonie americane. Lo si lavorava in diverse fabbriche create in città, ma successivamente venne concentrata la produzione in un luogo solo.

Così, nell’anno 1728, si iniziò la costruzione di questo imponente edificio alla periferia della città. Si raggiunsero i 12000 lavoratori, per la maggior parte donne soprannominate “cigarreras“.

Era come fosse una cittadella, con una zona residenziale, una industriale e un fosso che la circondava con relativo ponte levatoio e carcere.

Funzionò come fabbrica, fino agli anni ’50 del secolo XX, quando a seguito di alcune riforme venne trasformata nella sede della Universidad de Sevilla.

 

Las Setas de Sevilla

Plaza de la Encarnación, s/n

Metropol Parasol è il belvedere meglio conosciuto come “Las Setas de Sevilla”.

  • Prezzo:
    • Generale: 3€.
    • Minori di 12 anni, dicapati +75%, gruppi scolari fino 16 anni e gruppi sociali: Gratis
  • Orario:
    • Domenica a giovedì dalle 10:00 alle 23:00.
    • Venerdì e sabato dalle 10:00 alle 23:30.

Opera dell’architetto Jürgen Mayer, rappresenta la struttura di legno più grande del mondo. Venne costruito con l’obiettivo di rinnovare l’aspetto della Plaza de la Encarnaciónde Siviglia.

La sua costruzione iniziò nel 2005, per essere poi finalmente inaugurato a marzo 2011. Da quel momento si è convertito in un importante luogo di richiamo turistico. Già dal suo primo anno di attività, sono stati milioni i turisti venuti a godersi quest’opera architettonica.

La struttura è su cinque livelli e in ognuno di essi c’è una cosa diversa: un Museo Arqueológico Antiquarium, la tienda oficialdella struttura, un punto di informaciónturística, un mercato, ristoranti e una zona di spettacoli.

Al quinto e ultimo piano si trova la vera chicca di questa struttura incredibile. Infatti a circa 28 metri di altezza c’è un belvedere che offre una vista da cartolina della capitale andalusa.

 

Palacio de Dueñas

Calle Dueñas, 5.

Palacio de Dueñas è la casa che diede i natali ad Antonio Machado.

  • Prezzo:
    • Normale: 8€ 
    • Minori 6 a 12 anni, dicapati e maggiori di 65 anni: 6€
    • Gruppi minimo 20 persone: 7€ 
    • I lunedì non festivi dalle ore 16: Gratis
    • Minori di 6 anni: Gratis
  • Orario:
    • Aprile a settembre dalle 10:00 alle 20:00.Orario:
    • Ottobre a marzo dalle 10:00 alle 18:00.  
    • 25 dicembre, 1 e 6 gennaio Chiuso.
    • Giorni anteriori a festività fino le ore 15:00.

L’edificio appartiene la Casa De Alba, importante famiglia aristocratica spagnola. Costruito tra i secoli XV e XVI, rappresenta una delle case più importanti, per valore architettonico, storico e artistico. È stato aperto al pubblico nel 2016 a seguito della morte della Duquesa de Alba nel 2014.

Un mix di edifici e patios, decorati con tegole, piastrelle e ceramiche di pregio, così come una collezione d’arte, che vale la pena visitare.

Come curiosità, fu anche il luogo in cui nacque nel 1875 il poeta Antonio Machado. Qui passò i primi anni d’infanzia, che influenzarono anche alcuni dei suoi poemi.

“Mi infancia son recuerdos de un patio de Sevilla, y un huerto claro donde madura el limonero”.

 

Palacio de la Condesa de Lebrija

Calle Cuna, 8.

Il Palacio de la Condesa de Lebrija, è considerato la casa-palazzo meglio pavimentata d’Europa.

  • Prezzo:
    • Pianta Bassa: 5 €
    • Pianta Bassa e Alta: 8 €
  • Orario:
    • Lunedì a venerdì dalle 10:30 alle 19:30  
    • Sabato dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 18:00.
    • Domenica dalle 10:00 alle 14:00.  
  • Orario Luglio e Agosto
    • Lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 15:00 .
    • Sabato dalle 10:00 alle 14:00.
    • Domenica: chiuso.

Venne costruito nel secolo XVI nella Calle Cuna, una delle zone più vivaci del centro città. Dal 1999 è aperto al pubblico e può essere visitato.

La Contessa de Lebrijaera una appassionata di archeologia e quando l’edificio diventò suo, lo restaurò e lo decorò con frammenti che erano stati ritrovati nei suoi terreni. Inoltre incluse oggetti che era solita comprare nei negozi di antiquariato.

Il pianterreno si compone di vari saloni e patios, ed una collezione di mosaici romani costituisce il pavimento. Di forte impatto è la collezione di piastrelle del secolo XVI che compongono le pareti.

Al piano superiore le stanze si presentano tali e quali a quando il palazzo era abitato. Sono infatti decorate con i mobili dell’epoca e gli oggetti comprati nei suoi viaggi per il mondo.

 

Casa de Pilatos

Plaza Pilatos, 1

Casa de Pilatos, è considerato il prototipo del palazzo andaluso.

  • Prezzo:
    • Pianta Alta: 6€
    • Tutta la casa: 8 €
  • Orario:
    • Novembre a Marzo dalle 9:00 alle 18:00.
    • Aprile a Ottobre dalle 9:00 alle 19:00.

Casa de Pilatos è un complesso residenziale privato, unico nella città. Infatti troviamo un affascinante patio andaluso, con la sua tipica fontana centrale, che porta al patio principal e alle scuderie. Impossibile non innamorarsi delle bellissime piastrelle che incontrerai salendo le scale che portano al primo piano.

Di seguito alcuni cenni storici:

  • La sua costruzione iniziò nel 1483.
  • Combina gli stili del rinascimento italiano e mujédar spagnolo.
  • La fontana è stata decorata a Genova, mentre la statua de Pallas Pacifera e i busti degli imperatori furono portati dall’Italia.
 

I quartieri di Santa Cruz e Triana

Per ultimo, e non per quello meno importante, farsi un giro per i quartieri più caratteristici di Siviglia è da obbligo durante una visita alla città.

Il quartiere di Santa Cruz, circondato dalle antiche muraglie, si trova proprio di fianco alla Cattedrale e ai Reales Alcázares. Accedendo dal Patio de Banderas, girando le sue strade, verrai trasportato nella vera Siviglia.

Alberi d’arance, bellissime piazzette, vicoli stretti e la zona della Judería, sono un regalo per tutti i sensi e ti lasceranno un’immagine di Siviglia che rimarrà per sempre nella tua memoria.

Il quartiere di Triana, dall’altra parte del fiume Guadalquivir, è imperdibile. Appena avrai incrociato il ponte di Isabel II, più conosciuto come il Ponte di Triana, troverai il mercato di questo tipico quartiere, nel quale dovrai assolutamente fare un giro.

Quindi una bella passeggiata per la Calle Betis in riva al fiume, sotto tutte le case colorate e i tanti locali dove mangiare qualche tapa o per vedere uno spettacolo di flamenco. Segnati anche la Calle Alfarería, molto vicina al Museo della Ceramica é piena di dettagli e di colori.

 

Attività a Siviglia che potrebbero interessarti:

Contattaci

Ti risponderemo il più presto possibile!

Sending

©2021 Benvenuti In Andalusia. Tutti i diritti riservati

Log in with your credentials

Forgot your details?